Conferenza di Roma sulla Libia: Gentiloni "Una svolta", Kerry "Governo di unità nazionale a Tripoli entro 40 giorni"

. Esteri

La comunità internazionale sostiene l'ipotesi di un governo di unità nazionale per la stabilizzazione della Libia. "C'è il sostegno unanime, siamo a un punto di svolta della crisi" ha annunciato Paolo Gentiloni, ministro degli Esteri, al termine dei lavori della Conferenza di Roma che si è svolta alla Farnesina tra imponenti misure di sicurezza. Alla conferenza hanno preso parte il segretario di Stato Usa, John Kerry e l’inviato speciale del segretario generale dell’Onu, Martin Kobler oltre ai governi di molti paesi del nord Africa e del medio Oriente. Presenti i rappresentanti dei due governi libici: quello di Tobruk, riconosciuto dalla comunità internazionale, e quello islamista di Tripoli. Il summit si è concluso con la richiesta di un "cessate il fuoco immediato di tutte le parti in causa" e la necessità di "sconfiggere l'Isis". E, fatto politico fondamentale, l'intesa tra Tripoli e Tobruk per la firma dell'accordo sul nuovo governo di unità nazionale prevista per mercoledì 16 dicembre in Marocco. Governo - parole di John Kerry - che si insedierà a Tripoli "entro 40 giorni" sotto la protezione della comunità internazionale. In questo percorso di stabilizzazione l'Italia giocherà, parole di Gentiloni, "un ruolo fondamentale, il ruolo che le spetta". "L’accordo di Roma sulla Libia è speranza e un successo diplomatico per l’Italia. Ottimo lavoro, Gentiloni", ha twittato il premier Matteo Renzi al termine del summit. Il segretario di Stato Usa, John Kerry, ringraziando l’Italia per la sua leadership, ha ricordato che Roma "è la prima a dover gestire questo impegno in Libia" e ha ammonito chi, all’interno del Paese e all’esterno, volesse minare l’intesa raggiunta: ne "pagherà il prezzo", ha avvertito. Il capo della diplomazia statunitense ha poi ribadito che c’è un piano per garantire la sicurezza del nuovo esecutivo, con l’attivo sostegno della comunità internazionale soprattutto in ambito anti-terrorismo, e che il governo che nascerà il 16 dicembre a Skhirat si insedierà a Tripoli entro 40 giorni".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi