Un milione di profughi entrati in Europa nel 2015, quattro volte rispetto al 2014. 3.700 morti o dispersi

. Esteri

Ha superato la quota record di un milione il numero di migranti e rifugiati entrati in Europa nel 2015. Lo riferisce l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), spiegando che gli arrivi si sono quadruplicati rispetto al 2014. Oltre 800 mila persone sono arrivate in Grecia dalla Turchia: di queste 455 mila erano in fuga dalla Siria e 186 mila dall’Afghanistan. Circa un milione di migranti è arrivato in Germania, ma nel totale è compreso un gran numero di persone provenienti dai Balcani e arrivate all’inizio dell’anno. La maggior parte dei profughi è arrivata via mare: Canale di Sicilia o il tratto Turchia-Grecia. L’Oim ha anche fatto sapere che quest’anno 3.695 migranti sono affogati o risultano dispersi. Nella giornata di ieri la cifra record: in totale gli arrivi sono stati 1.005.504. Si tratta di ingressi avvenuti attraverso sei Paesi dell’Ue: Grecia, Bulgaria, Italia, Spagna, Malta e Cipro. "Sappiamo che le migrazioni sono inevitabili, necessarie e desiderabili" ha affermato il capo dell’Oim, William Lacy Swing "Ma non basta contare il numero di quanti arrivano o dei quasi quattro mila che quest’anno sono morti o dichiarati dispersi. Dobbiamo anche agire. Le migrazioni devono essere legali, sicure e protette sia per gli stessi profughi sia per i Paesi che li accolgono".  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi