L'Isis colpisce nel cuore di Damasco, 60 morti e 110 feriti in un triplice attentato

. Esteri

Prima un'autobomba poi, quando la folla di pellegrini si è concentrata intorno al luogo dell'attentato per soccorrere i feriti, altre due esplosioni: due kamikaze si sono fatti esplodere per provocare un numero ancora maggiore di vittime. L'Isis ha colpito al cuore Damasco, la capitale della Siria, nei pressi del mausoleo sciita di Sayyidah Zainab Shrine. Poco dopo c'è stata la rivendicazione dello Stato islamico, un altro tragico avvertimento ad Assad. Un bilancio gravissimo: almeno 60 morti e 110 feriti in un luogo di pellegrinaggio già colpito altre volte da attentati. Il triplice attentato mentre a Ginevra si complicano i negoziati per dar sostanza agli accordi sulla Siria raggiunti sul finire del 2015: l'opposizione ad Assad rifiuta di tornare al tavolo delle trattative se non verranno rispettate dal regime di Damasco e dalle potenze garanti dell'accordo alcune pre-condizioni.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi