Usa, mai fidarsi dei sondaggi: Trump battuto da Cruz nelle primarie in Iowa. Pareggio Clinton-Sanders. Ora il New Hampshire

. Esteri

Mai fidarsi dei sondaggi. Ne sa qualcosa Donald Trump, dato per vincitore alla vigilia, battuto nelle primarie repubblicane dello Iowa da Ted Cruz e tallonato - questa la vera sorpresa - da Marco Rubio, il giovane senatore della Florida gradito all'establishment del partito a Washington. Il miliardario newyorchese è stato superato da Cruz di circa quattro punti, e Rubio gli è vicino, staccato solo di un punto (a Cruz il 27,7%, a Trump il 24,3%, a Rubio il 23,1%). Nel fronte democratico un sostanziale pareggio tra Hillary Clinton e il senatore socialisteggiante del Vermont Bernie Sanders: "Too close to call", dicono i media americani, troppo vicini i due candidati per dichiarare un vincitore, con la ex first lady avanti di un nulla (49,9% contro 49,6%). Una rivincita nei due campi dei presunti perdenti nei confronti dei due super-frontrunner. E' cominciata così, con queste sorprese, nel piccolo stato del Midwest, la corsa alle candidature repubblicana e democratica alla Casa Bianca. Un pò nervosi tanto il vulcanico Trump quanto la Clinton - che proprio in Iowa fu battuta da Obama nel 2008 - che ora sperano di rifarsi il 9 febbraio nei caucus del New Hampshire. La partita è appena cominciata.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi