La "monetina" da' una mano a Hillary, che la prende come un segno. Trump continua a preoccupare una parte d'America

. Esteri

Se i segni significano qualcosa, vuole dire che Hillary Clinton ha già vinto le primarie democratiche e forse non solo. Nel partito democratico in caso di parità al caucus, i mini test elettorali, si ricorre al testa o croce. In  Iowa e' successo ben sei volte, e la fortuna ha dato ragione a Hillary in tutte e sei le occasioni. Che poi valgono sei delegati in più. L'ex segretario di Stato aveva una possibilità su 64 di riuscire a spuntarla in tutte e sei occasioni. Ma ci e' riuscita, lasciando basito Sanders. Sicuramente le sue probabilità di entrare alla Casa Bianca da presidente sono di molto superiori ad una su 64. La sconfitta a sorpresa di Trump non lascia tranquilli i democratici e parte dei repubblicani. Secondo Gail Collins, editorialista del New York Times, che ha deciso di appoggiare la Clinton, "il "pericolo" non e' affatto scongiurato. "Il mio incubo e' che Sanders vinca la nomination democratica, con Trump sul fronte opposto. Provocando l'entrata in corsa di Michael Bloomberg come indipendente, che spazzerebbe via i voti dei democratici moderati, facendo si' che Trump si installi alla Casa Bianca", il commento della giornalista, che poi spiega: "Se Trump vince, sarà merito dell'odio verso Cruz. Per quanto l'establishment repubblicano abbia paura del miliardario, molti lo preferiscono a Cruz, e sono più disposti ad appoggiarlo".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi