Il mondo di nuovo in allarme, Kim Jong-un lancia il suo razzo a lunga gittata. "Una provocazione" dicono Usa, Giappone e Corea del Sud

. Esteri

Il mondo di nuovo in allarme: la Corea del Nord ha lanciato il suo razzo a lunga gittata per la messa in orbita di un satellite per le osservazioni terrestri violando le risoluzioni dell'Onu. Secondo Pyongyang il lancio, "ordinato dal comandante supremo Kim Jong-un", sarebbe stato coronato da successo ma immediata è stata la reazione di Usa, Giappone e Corea del Sud che hanno parlato di palese "provocazione" ed hanno chiesto e ottenuto la convocazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per nuove sanzioni contro il dittatore nordcoreano. Cauta ma negativa anche la reazione di Pechino, storico alleato della Corea del Nord: "In merito alla sua reale natura, il lancio rimarca uno sviluppo negativo della situazione nella penisola coreana dato che ha suscitato ansia e preoccupazione su vasta scala nel mondo" ha battuto l'agenzia ufficiale Xinhua. Dopo il quarto esperimento nucleare del 6 gennaio, Kim Jong-un ha di nuovo sfidato la comunità internazionale. Secondo il governo della Corea del Sud però il lancio sarebbe stato un fallimento perchè il razzo in realtà avrebbe percorso una traiettoria solo di alcune centinaia di chilometri esplodendo a sudovest dell'isola sudcoreana di Jeju. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi