Papa Francesco "Con Kirill come fratelli, uniti per la pace". Oggi la visita in Messico

. Esteri

Papa Francesco ha iniziato oggi la sua visita pastorale in Messico dopo l'incontro a Cuba con il patriarca ortodosso di Mosca, Kirill. Un abbraccio storico, l'incontro che le Chiese cristiane d'Oriente e Occidente aspettavano dal 1054, anno del grande scisma. Nella sala riservata dell'aeroporto dell'Avana, ospiti ambedue del presidente Raul Castro, i due primati di Mosca e di Roma si sono scambiati abbracci, entrambi sorridenti, ed hanno parlato da soli, con soltanto i rispettivi più stretti collaboratori e gli interpreti, per due ore in spagnolo e russo. "Finalmente, fratello: è chiaro che questa è la volontà di Dio", ha detto Francesco. "Anche se le nostre difficoltà non si sono ancora appianate c'è la possibilità di incontrarci e questo è bello", ha commentato il primate russo."Oggi è un giorno di grazia", aveva appena twittato Bergoglio sul suo profilo social mentre l'Airbus Alitalia sorvolava l'oceano. Ancora papa Francesco, dopo l'incontro "Sono felice, abbiamo parlato con tutta franchezza, camminiamo insieme, siamo come fratelli, uniti per la pace". Poi la dichiarazione comune - "non una dichiarazione politica o sociologica ma una dfichiarazione pastorale" ha chiarito Bergoglio - e l'appello congiunto per Siria e Iraq (e perchè nessuno utilizzi la religione per giustificare il terrorismo) e in difesa della famiglia "fondata sul matrimonio uomo-donna". Poi la partenza per Città del Messico dove papa Francesco è stato accolto da una folla di migliaia di persone che lo attendevano davanti alla Nunziatura. "Vengo come missionario di misericordia e di pace" ha detto Bergoglio. Quindi l'incontro con il presidente Enrique Pena Nieto al Palazzo Nazionale dove il pontefice è giunto in papamobile tra due ali di messicani festanti, quello con le autorità e la società civile e con i vescovi locali. Nel pomeriggio, a partire dalle 16 (le 23 in italia) l'avvenimento più atteso: la vista al santuario della madonna di Guadalupe, patrona del Messico, dove Francesco celebrerà la messa, la prima di questo viaggio. 
 
 

 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola

 

 




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi