Commando francesi a Bengasi per aiutare il generale Haftar contro l'Isis

. Esteri

Commando francesi sarebbero stati schierati a Bengasi, nell'est della Libia, "per sostenere" le operazioni militari in corso lanciate contro l'Isis dall'esercito guidato dal generale Khalifa Haftar che controlla l'est del paese sostenuto dall'Egitto di al-Sisi. Lo scrive l'Huffington post nella versione araba citando fonti militari libiche. Le forze speciali di Parigi stazionerebbero nella base aerea Benina, e avrebbero creato un comando di coordinamento delle operazioni militari con i libici. Già nei giorni scorsi, Faraj Ekeim, capo dell'antiterrorismo libico, aveva scritto sul proprio account Facebook della presenza di "180 soldati francesi nella base di Benina (19 chilometri a est di Bengasi) e sull'asse per Bouatni", quartiere di una città dove infuriano i combttimenti tra miliziani jihadisti dell'Isis e uomini del generale Haftar. Ma anche Le Monde oggi rivela come i militari francesi, le forze speciali, abbiano posato i loro scarponi sul territorio libico per effettuare raid mirati, azioni discrete e segrete per colpire e indebolire lo Stato islamico che controlla oltre duecento chilometri di costa e bloccarne così l'espansione. Secondo la linea decisa dal presidente Hollande, ad agire in Libia sono le truppe speciali già operative sul terreno da metà febbraio. Ma diverse fonti - aggiunge sempre il quotidiano - parlano anche di "operazioni clandestine" condotte dalla Direzione generale per la sicurezza estera, ovvero dall'intelligence. La notizia ha suscitato l'ira del ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian che ha chiesto l'apertura di un'inchiesta per aver compromesso un segreto di Stato.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




La presenza delle forze francesi a Bengasi spiega anche gli ultimi s

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi