Paura a Berlino, esplode auto per una bomba, sarebbe stata un'esecuzione criminale non un attento terroristico

. Esteri

Un'auto, una Volkswagen Passat, e' esplosa, nell'ora di punta alle 8,30 del mattino, a Berlino, nel quartiere occidentale di Charlottemburg, mentre era in corsa. Morto il conducente. L'auto stava attraversando la Bismarckstrasse, all'altezza del teatro dell'Opera in direzione centro. La polizia ha immediatamente chiuso il traffico nel quartiere anche per verificare l'eventuale presenza di altri ordigni, ricerca che pero' ha dato esito negativo. A causare lo scoppio, secondo le autorità, e'stata un bomba, ovviamente con tanto di detonatore, posizionata sotto la vettura, che dopo il boato si e' e' ribaltata. Attraverso l'account Twitter la polizia ha invitato gli abitanti della zona  a restare in casa e a non affacciarsi dai balconi. Al momento viene esclusa la pista terroristica. "Allo stato delle cose, non si tratta di un attentato terroristico, ma di un attentato ad una persona ed ad un'automobile", ha cimme tato il sindaco di Berlino, Michael Mueller. La procura ipotizza un omicodio legato alla criminalità organizzata. Anche se qualche dubbio rimane per le generalità della vittima, si tratta di un cittadino turco, noto da tempo alla polizia per reati legati a droga, gioco d'azzardo e spaccio di banconote false. La polizia aggiunge che si tratta di una persona con "un passato di emigrazione", definizione usata dalle autorità tedesche per indicare gli immigrati di seconda e terza generazione. L'auto invece e' intestata ad una donna il cui cognome ha assonanze turche. "La polizia indaga in tutte le direzioni, ma c'e' l'esplicita possibilità che si tratti di un conflitto all'interno della criminalità organizzata", ha detto il responsabile della sicurezza di Berlino, Frank Henkel.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi