Migranti, l'Austria blinda il Brennero "Pronti centinaia di soldati". Il Papa: dopo Lampedusa andrà a Lesbo?

. Esteri

L'Austria conferma di voler 'blindare' la sua frontiera sud, quella del Brennero con l'Italia, per impedire l'afflusso indiscriminato di migranti irregolari. Ed è pronta a farlo con l'esercito. "L'esercito austriaco è pronto per un intervento rafforzato ed ha anche pianificato forze aggiuntive" ha ribadito il ministro della difesa austriaco Hans Peter Doskozil. Il ministro ha poi annunciato che "sono pronte alcune centinaia di soldati e che se sarà necessario questo numero potrebbe essere accresciuto". Ma se c'è chi chiude, chi sbarra le sue porte ai profughi c'è anche chi - è papa Francesco - queste porte vorrebbe che venissero invece aperte, spalancate nell'accoglienza cristiana verso chi ha bisogno o fugge da situazioni estreme di guerra e di persecuzioni. E sembra che Bergoglio stia pensando ad un altro gesto forte in questa emergenza dopo la visita a Lampedusa nel 2013: una visita all'isola greca di Lesbo diventata punto d'arrivo e porta d'ingresso per l'Europa dei disperati in fuga dal Medio Oriente attraverso la Turchia, disperati ai quali il pontefice vorrebbe portare la sua solidarietà e il suo conforto. Nessuna conferma ma neanche una smentita ad un'idea che potrebbe concretizzarsi a metà mese. "E' un argomento di cui si sta parlando, ci sono contatti in corso. Non smentisco le voci ma al momento non posso dichiarare altro perché non ci sono decisioni, date né programmi definiti" ha detto il portavoce vaticano padre Lombardi all'Ansa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi