Preso il super-ricercato Mohamed Abrini, il complice di Salah. E' lui l'uomo con il cappello?

. Esteri

E' stato arrestato dalla polizia belga ad Anderlecht, vicino Bruxelles, Mohamed Abrini, 30 anni, franco-marocchino, il super-ricercato per le stragi di Parigi del 13 novembre. Con Salah è l'unico sopravvissuto del commando jihadista che insanguinò la capitale francese con una serie di attentati che provocarono centinaia di vittime. E insieme a Salah, poi arrestato a Bruxelles dopo una lunga latitanza, venne inquadrato dalle telecamere di una stazione di servizio alle porte di Parigi l'11 settembre a bordo di una Renault Clio servita poi per accompagnare gli attentatori in vari luoghi tra cui il Bataclan a compiere la loro missione di morte. Le tv belghe e fonti della polizia sono concordi oggi nel sostenere che Abrini potrebbe essere "l'uomo col cappello" che ha accompagnato i due attentatori dell'aeroporto di Zaventem. Con lui sarebbe stata arrestata un'altra persona: potrebbe essere Osama Krayem, colui che accompagnava Khalid El Bakraoui, l'attentatore che il 22 marzo si è fatto esplodere nella metropolitana di Bruxelles. E secondo alcuni media oggi ci sarebbe stato anche un terzo arresto: per la tv Rtbf e Politico.eu si tratterebbe di Abu Amri, la vera "mente" dietro gli attentati. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi