Papa Francesco: donne diacono? Si puo'. Un'apertura dopo lo stop di Giovanni Paolo II

. Esteri

Donne diacono? Si può. Apertura di papa Francesco su un tema così delicato, ancora fermo allo stop alle donne prete formulato da Giovanni Paolo II (ma il cardinal Martini nel 1994 disse che "sul diaconato femminile la Chiesa non ha detto no"). Bergoglio ha annunciato l'intenzione di istituire una Commissione di studio sul diaconato femminile nella Chiesa ritenendo che le donne diacone sono "una possibilità per oggi". Lo ha fatto incontrando oggi nella sala Nervi circa 900 superiore generali degli istituti religiosi femminili per affrontare proprio questo argomento. Le religiose gli hanno chiesto, nel corso di una sessione di domande e risposte, perchè la Chiesa esclude le donne dal servire come diaconi. "Costituire una commissione ufficiale potrebbe studiare la questione?" si è chiesto il Papa ad alta voce. E poi si è risposto: "Credo di sì. Sarebbe fare il bene della Chiesa di chiarire questo punto. Sono d'accordo. Io parlerò per fare qualcosa di simile. Accetto la proposta. Sembra utile per me avere una commissione che chiarisca bene". Quindi, se all'annuncio seguirà una decisione, per la prima volta in questo millennio si riaprirà una prospettiva che era considerata definitivamente chiusa da una decisione di Giovanni Paolo II. Il diaconato, infatti, è il primo grado dell'ordine sacro, seguito dal sacerdozio e dall'episcopato. I diaconi possono amministrare alcuni sacramenti tra i quali il battesimo e il matrimonio e in alcuni paesi ci sono diacone che sostituiscono ormai i sacerdoti nella guida delle comunità parrocchiali. Sempre 'se' ci saranno nuove decisioni, l'apertura di papa Francesco avvicinerebbe la Chiesa Cattolica a quella anglicana dove ci sono donne preti e vescovi. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi