Un altro colpo di scena nel dopo-Brexit, Nigel Farage si dimette da leader Ukip

. Esteri

Un altro colpo di scena nella tormentata scena politica britannica nel post-Brexit: dopo Cameron si è dimesso a sorpresa il leader dell'Ukip, l'euroscettico Nigel Farage, il vincitore politico del referendum "Ho deciso di mettermi da parte come leader del partito" ha detto Farage in una conferenza stampa spiegando di aver preso la sua decisione dopo il referendum del 23 giugno. Farage resterà europedutato dell'Ukip a Strasburgo e manterrà anche anche la carica di presidente del gruppo euroscettico Efdd, dove l'Ukip è alleato del M5S. "La vittoria del Leave al referendum significa che ho raggiunto la mia ambizione politica" ha aggiunto Farage augurandosi ora che la corsa in seno ai Tories per la successione a David Cameron possa dare al paese un primo ministro sostenitore della Brexit durante la campagna referendaria. E quest'auspicio è stato interpretato dai conservatori britannici come un'interferenza nella contesa per Downing Street al loro interno, contesa che vede ancora favorita il ministro dell'Interno Theresa May. Farage aveva annunciato le sue dimissioni da leader dell'Ukip anche dopo le elezioni politiche britanniche del 2015, quando la sua formazione aveva ottenuto un risultato meno brillante rispetto al trionfo delle europee del 2014. Ma in seguito la direzione del partito le aveva respinte e lui le aveva ritirate. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi