Agguato alla polizia in Louisiana, tre agenti morti e tre feriti. Obama: "Vigliacchi", Trump invoca "legge e ordine"

. Esteri

Agguato alla polizia a Baton Rouge in Louisiana. Tre agenti sono stati uccisi e tre sono rimasti feriti, uno dei quali gravissimo, da un uomo vestito di nero e col volto coperto che ha sparato contro le pattuglie richiamate nella periferia della città da un allarme per la presenza di un uomo armato, forse la scusa per l'imboscata. L'uomo ha sparato contro le auto della polizia con un fucile semiautomatico. A dieci giorni dalla strage di Dallas dove Micah Johnson uccise cinque agenti per vendicare le violenze della polizia sugli afroamericani, un'altra sparatoria che ha lasciato sul terreno tre agenti caduti nella trappola del killer. L'assassino, forse un emulo di Johnson, è stato poi colpito a morte dagli agenti. "Ha agito da solo" ha detto il capo della polizia di Baton Rouge. Proprio a Baton Rouge il 5 luglio scorso l'afroamericano Alton Sterling venne ucciso dalle forze dell'ordine che dopo averlo bloccato a terra gli spararono a bruciapelo convinti che impugnasse una pistola (questa la versione della polizia ma un video mostra un'altra verità: un colpo di pistola da distanza ravvicinata quando l'uomo, un ambulante, era già chiacciato a terra da due agenti). Pur nell'incertezza che circonda ancora la vicenda, Obama ha definito un "atto di vigliaccheria" l'assassinio dei tre agenti. "Forse non si conoscono ancora i reali motivi di questo attacco - sono state le parole del presidente -, ma voglio essere chiaro: non vi è alcuna giustificazione per la violenza contro le forze dell'ordine. Nessuna. Questi attacchi sono opera di vigliacchi che parlano per conto di nessuno. Non riparano alcun torto. Non portano avanti alcuna giusta causa. Gli agenti a Baton Rouge, gli agenti a Dallas, erano nostri ragazzi americani, parte della nostra comunità, parte del nostro Paese, insieme alle persone che hanno amato e che hanno bisogno di loro, e che hanno bisogno di noi ora, tutti noi, al nostro meglio. Dobbiamo restare uniti e pregare con la gente di Baton Rouge, con gli agenti che sono stati feriti, e con le famiglie in lutto dei caduti. Che Dio li benedica tutti". Dal canto suo il candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, ha invocato "legge e ordine" ed ha attribuito all'assenza di leadership la responsabilità del clima di fortissima tensione razziale che percorre il paese.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi