Renzi-Hollande-Merkel: a Ventotene e sulla 'Garibaldi' fanno le prove per una 'nuova' Europa

. Esteri

Prove di una 'nuova' Unione europea dopo la Brexit, sulle orme di Altiero Spinelli e dei valori contenuti nel suo Manifesto per un'Europa libera, unita e federalista. E' il senso del vertice tra Matteo Renzi, Angela Merkel e Francois Hollande che si è svolto prima a Ventotene, l'isola pontina dove durante la Seconda guerra mondiale venne confinato Spinelli, autore con Rossi e Colorni del Manifesto (un comunista, un socialista, un liberale), e poi a bordo dell'incrociatore tuttoponte 'Garibaldi'. Sull'isola i tre leader hanno reso omaggio alla tomba di Spinelli. La portaerei Garibaldi salpata da Napoli era ormeggiata davanti all'isola. Ed è a bordo della Garibaldi che il premier italiano, la Cancelliera tedesca e il presidente francese hanno tenuto il loro incontro e una conferenza stampa. Al centro del vertice naturalmente il dopo-Brexit - i tempi e i modi dell'uscita della Gran Bretagna dall'Ue - e l'Europa che verrà, quella nuova  senza Londra, quella in affanno, che sarà condizionata se non decisa dall'esito delle enormi sfide, esterne e interne, che l'attendono: quelle esterne dell'immigrazione e del terrorismo e quindi della sicurezza e della Difesa comune, quelle interne dell'escalation dei movimenti populisti ed euroscettici, un pericolo non meno preoccupante della ripresa economica che non arriva. "Vogliamo un'Europa più sicura e cooperazione sui migranti" ha detto la Merkel. "L'Unione europea non è finita con la Brexit, scriviamo il futuro. Vogliamo misure più forti per la crescita" ha detto Renzi. "Qui per dare nuovo impulso alla Ue, vogliamo più mezzi e più risorse per difesa comune" ha concluso Hollande. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti: