Preso dopo sparatoria l'attentatore di New York, un giovane e benestante afgano

. Esteri

Un giovane afgano, ventottenne, che lavorava nel fast food dei genitori, e' stato arrestato dopo una sparatoria dalla polizia. il giovane, Ahmad Khan Rahami, accusato di avere messo due bombe, una rimasta inesplosa, sabato sera nella quartiere di Chelsea nel cuore di Manhattan, e'stato identificato grazie ad alcune impronte lasciate sull'ordigno. Rahmi aveva molti amici e pare facesse la bella vita con la passione per le auto veloci. Nella sparatoria e' rimasto ferito ad una spalla ed anche due agenti sono rimasti feriti, fortunatamente in maniera lieve. Ora e' immobilizzato in ospedale e sotto stretta sorveglianza dell'Fbi. Le autorità avevano diffuso le foto del ricercato ricordando che era ricercato per l'attentato di Chelsea e che era "armato e pericoloso". il padre gestisce un ristorante fast food, situato al piano terra della loro casa in Elmora Avenue, riporta il Nyt, che ha raccolto testimonianze   di alcuni residenti della zona, che si erano spesso lamentati per il chiasso proveniente dal locale che non rispettava l'orario di chiusura. Rahami, spesso impegnato nel ristorante di famiglia, viene pero' descritto come un "giovane gentile ed educato". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ù 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi