Trump ai big repubblicani che lo invitano a mollare: "Siete degli ipocriti moralisti"

. Esteri

Si intensifica la bufera su Donald Trump per le frasi volgari e sessiste sulle donne carpitegli da un microfono galeotto nel 2005, frasi che hanno terremotato la sua campagna elettorale in vista del voto dell'8 Novembre. Il 43% degli americani vorrebbe che lasciasse, secondo un sondaggio Abc, ma il miliardario candidato alla Casa Bianca dopo essersi scusato non molla e passa anzi al contrattacco proprio alla vigilia del secondo duello televisivo con Hillary Clinton (alle 2 di stanotte, ora italiana). "Ipocriti moralisti" scrive su Twitter il tycoon newyochese stroncando i big del partito repubblicano che in queste ore a gran voce chiedono una sua uscita di scena, tra cui almeno 16 senatori e personalità di spicco come i Bush e Condoleezza Rice. Ieri lo aveva 'mollato' anche il suo candidato vice Mike Pence dicendosi "offeso" dalle sue parole. E anche la moglie, Melania, lo aveva criticato pur invitando gli elettori americani a 'perdonare' il marito come aveva già fatto lei. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi