Clinton-Trump, nell'ultimo duello se le danno di santa ragione. Alla fine vince Hillary che chiama Trump 'burattino' di Putin

. Esteri

Già avanti nei sondaggi, Hillary Clinton ha vinto anche il terzo e ultimo duello in Tv con Donald Trump. A tre settimane dal voto la campagna per le presidenziali Usa ha vissuto la giornata più tesa e velenosa del confronto tra l'ex-first lady e il tycoon newyorkese che se le sono date di santa ragione sul 'ring' di Las Vegas su tutti i temi caldi: dalle armi, all'immigrazione, dalla Russia alle donne. I due candidati non si sono nemmeno stretti la mano, nè all'inizio nè alla fine. Sullo sfondo perfino la 'tenuta' della democrazia americana che secondo la Clinton una vittoria di Trump metterebbe in pericolo. L'ex-first lady: "Trump è il candidato più pericoloso della storia, è terribile che un candidato presidenziale mini i pilastri della nostra democrazia". Lui: "Le elezioni sono truccate e non so se accetterò l'esito del voto. Deciderò al momento". Assolutamente divergenti le opinioni dei due candidati sulle armi (con la Clinton che la pensa come Obama e Trump che si è detto orgoglioso dell'appoggio di quella potente lobby) e sull'immigrazione con il candidato repubblicano a confermare di voler davvero costruire un muro con il Messico. Praticamente agli antipodi i due sulla Russia e su Putin. "Al presidente russo Vladimir Putin - ha attaccato la Clinton - piacerebbe un un burattino come presidente degli Stati Uniti, Putin ha chiaramente un favorito...''. Secca la replica di Trump: "Tu sei un burattino. A Clinton non piace Putin perche' e' stato piu' furbo di lei e di Obama, in Siria e ovunque''.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi