Capodanno di terrore a Istanbul, strage in discoteca. Almeno 39 i morti

. Esteri

Il terrore questa volta colpisce la Turchia nella notte di Capodanno. E'di almeno 39 morti e 69 feriti il tragico bilancio di un attacco terroristico, avvenuto  in una famosa ed affollata discoteca di Istanbul. Tra le vittime anche 15 cittadini stranieri. Tutto fa pensare che la strage porti la firma dell'Isis, anche se manca ancora una rivendicazione ufficiale. L'attacco e' avvenuto  verso l'1,30, le 23,30 in Italia. Sul numero degli attentatori, si diceva in un primo momento vestiti da Babbo Natale (anche se il premier turco ha negato questa circostanza), non vi e' certezza. potrebbero anche essere stati in tre, secondo alcuni testimoni. Il ministero dell'Interno afferma che un killer sarebbe ancora in fuga ed caccia all'uomo in tutto il paese. Il locale preso di mira e' il "Reina", che diventa così il Bataclan turco, e si trova sulle rive del Bosforo, nel quartiere di Ortakoy, nella pare europea della città. Il killer avrebbe prima ucciso un poliziotto ed una guardia giurata all'ingresso, per poi entrare nel locare e iniziare a arare a caso sulla folla. Molti si sarebbero perfino gettati  nelle gelide acque dello stretto per fuggire alla morte. Secondo alcuni testimoni i killer erano più di uno e sparavano come pazzi ovunque e contro tutto e tutti. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi