Trump vede la 'manina' di Obama dietro le proteste e le fughe di notizie

. Esteri

Il presidente americano Donald Trump ha attaccato il suo predecessore Barack Obama: ritiene che ci sia la sua 'manina' dietro le fughe di notizie che hanno segnato il primo mese della sua amministrazione e anche dietro le proteste, contro di lui e contro i repubblicani che continuano a percorrere il paese. Lo ha detto chiaro e tondo durante un'intervista alla Fox, una tv a lui vicina. "No, penso che ci sia lui dietro. Penso anche che sia politica, è così che vanno le cose": ha risposto Trump all’intervistatore che gli chiedeva se l’entourage dell’ex presidente Obama stesse organizzando le proteste contro di lui. Quanto alle fughe di notizie nella sua amministrazione, Trump ha risposto: "Non si sa mai cosa succede esattamente dietro le quinte. Sa, è probabile che lei abbia ragione o è possibile, ma non si sa mai". E poi ha aggiunto: "No, penso che dietro ci sia il presidente Obama perché la sua gente è certamente dietro" a queste fughe. "Ed è possibile che alcune delle fughe di notizie provengano da quel gruppo, che sono veramente serie perché sono molto dannose in termini di sicurezza nazionale". "Ma io capisco anche che è politica....e probabilmente continuerà" ha concluso Trump.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi