Tocca a Londra. Attacco a Westminster. Ucciso l'assalitore (un asiatico), 12 feriti. Morta una donna. Theresa May portata in salvo

. Esteri

Terrore a Londra dodici anni dopo l'attacco kamikaze jihadista alla metropolitana. C'è stato un attacco terroristico a Westminster portato da un uomo che prima a bordo di un Suv grigio scuro ha investito alcuni passanti sul ponte sotto il Big Ben - si parla di una decina di feriti gravi, forse una donna morta - e poi, sceso a piedi, ha accoltellato un poliziotto di guardia ad un ingresso laterale della Camera dei Comuni. L'uomo, dai tratti asiatici, è stato ucciso da due agenti in borghese che gli hanno sparato tre-quattro colpi da distanza ravvicinata dopo avergli intimato l'alt, prima che entrasse nel palazzo. Secondo alcuni testimoni l'attentatore impugnava due coltelli. Sospesi i lavori nella sede del Parlamento. Il primo ministro britannico Theresa May che si trovava all'interno del palazzo è stata"messa in sicurezza", cioè portata in salvo e accompagnata sotto scorta a Downing Street. Città sotto shock, bloccata tutta la zona intorno al Parlamento, chiuse le stazioni della metro vicino Westminster, rafforzate le misure di sicurezza anche a Buckingham Palace dove si trova la regina Elisabetta

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi