Trump fa sul serio, sganciata in Afghanistan contro l'Isis la 'super-bomba'

. Esteri

Trump fa sul serio: dopo i missili contro un aeroporto siriano e l'invio di una portaerei nucleare dalle parti della Corea del Nord oggi gli Stati Uniti hanno sganciato in Afghanistan, per colpire postazioni dell'Isis, la 'super-bomba' MOAB, il più potente ordigno non nucleare mai utilizzato in combattimento. Forse anche questo un avvertimento al regime di Pyongyang. La super-bomba Moab (acronimo per 'Massive ordinance air blast' ma è stata anche ribattezzata 'Mother of all bombs', madre di tutte le bombe) con una potenza esplosiva pari a 11 tonnellate di tritolo e' capace di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri. La bomba, ha spiegato il Pentagono, è stata lanciata sull'Afghanistan orientale nella zona di Nangarhar, vicino al confine con il Pakistan. La Moab è stata sganciata da un bombardiere MC-130 intorno alle 19 locali.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi