Voto anticipato in Gran Bretagna, Theresa May vuole mani libere sulla Brexit

. Esteri

Gran Bretagna al voto anticipato l'8 giugno. Lo ha deciso a sorpresa il primo ministro Theresa May per avere mani libere sulla Brexit ora che i sondaggi danno i conservatori in testa con un consistente vantaggio sui laburisti (44 a 23%). Se i sondaggi avranno un riscontro nelle urne, come spera la May, una forte maggioranza dei Tories in Parlamento consentirebbe al primo ministro di negoziare l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue - così come deciso dal referendum del giugno scorso - senza incontrare troppi ostacoli come quelli finora frapposti da laburisti, liberali e nazionalisti scozzesi. "Non intendo permettere ai miei avversari di indebolire la Brexit" ha detto chiaramente Theresa May per spiegare il suo annuncio a sorpresa, lei che si era detta fino ad oggi sempre contraria ad elezioni anticipate. Ora i Tories hanno una dozzina di seggi di vantaggio alla Camera dei Comuni sui laburisti (il risultato della vittoria di Cameron due anni fa), potrebbero averne un centinaio se le le elezioni daranno l'esito sperato e quindi considerare come vinta qualunque battaglia parlamentare sul cammino della Brexit. "La premier si è resa conto che non avrà mai una possibilità migliore di questa per sbaragliare i suoi avversari alle urne" è stato il primo commento della Bbc. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 



Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi