Francesco pellegrino di pace in Egitto, con Al-Sisi parlerà anche del caso Regeni

. Esteri

Un viaggio di unità e fratellanza. Papa Francesco, "pellegrino di pace" come lui stesso si è definito, è giunto al Cairo per una due-giorni in Egitto che si preannuncia carica di significati religiosi ma anche di qualche preoccupazione per la sua sicurezza dopo gli attentati del 9 aprile dell'Isis contro i cristiani copti. Nonostante il clima di allerta che si respira nella capitale egiziana - con blindati e cecchini lungo tutto il percorso papale -  Francesco non ha voluto sentire ragioni e dall'aeroporto al palazzo presidenziale dove ha incontrato il presidente-generale Abdel Fattah Al-Sisi ha viaggiato su una Fiat berlina, una Tipo, non blindata. Con Al-Sisi, secondo il più importante quotidiano del Cairo, Al-Ahram, il papa solleverà anche il caso di Giulio Regeni, il ricercatore italiano torturato e ucciso al Cairo, un omicidio sul quale non è stata ancora fatta luce. Francesco spera che la sua visita porti frutti in linea con le aspettative nella ricerca e nell'affermazione della pace: "La gente - ha sottolineato lui stesso in aereo (un Airbus 321 dell'Alitalia) parlando con i giornalisti - ci segue e c'è una aspettativa speciale per il fatto che l'invito è arrivato dal presidente della Repubblica di Egitto, dal patriarca copto, papa Twadros, dal patriarca dei copti cattolici e dal grande imam di Al-Azhar. È un viaggio di unità e di fratellanza. Meno di due giorni ma molto intensi". E' il diciottesimo viaggio apostolico di Francesco, la seconda visita di un papa in Egitto dopo quella di Giovani Paolo II del 2000. Dopo la visita al presidente quella al grande imam di Al-Azhar (il più prestigioso ateneo dell'Islam sunnita), Cheikh Ahmed Mohamed el-Tayyib, per un incontro privato, al quale seguirà la partecipazione alla Conferenza Internazionale sulla Pace. Qui il Papa terrà il suo primo discorso. Tra gli altri, è previsto anche l'intervento del patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I. Domani la messa allo stadio del'aeronautica egiziana davanti a 25.000 persone, un appuntamento che sotto il profilo della sicurezza è considerato ad alto rischio.


©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi