Terrore a Barcellona, furgone sulla folla delle Ramblas: 13 morti e 50 feriti. L'Isis festeggia

. Esteri

Terrore a Barcellona per un attentato con il marchio dell'Isis: un furgone bianco ha investito la folla sulle Ramblas provocando diverse vittime - tredici secondo il primo bilancio diffuso dalla polizia - e cinquanta feriti. L'attentato intorno alle 17 lungo il più famoso viale della città catalana: un van bianco ha investito i passanti - "Li inseguiva e li schiacciava" ha detto un testimone - che passeggiavano nel viale pedonale prima di schiantarsi dopo una corsa assassina di 600 metri contro un'edicola, lasciando a terra corpi inanimati e decine di feriti. Due gli autori dell'attentato, forse tre con l'uomo che ha noleggiato il furgone e che è stato subito identificato e arrestato: Driss Oukabir, di origini maghrebine con residenza a Marsiglia, già noto alla polizia. Gli alti due attentatori, dopo essere scesi dal mezzo noleggiato e essersi barricati, armati, in un ristorante turco del mercato della Boqueria, sempre sulla Rambla, sono stati inseguiti e bloccati dalla polizia alla periferia di Barcellona. Nella sparatoria che ne è seguita, uno è stato ucciso dagli agenti e l'altro arrestato. Ora si erca un altro fgone, noleggiao sempre da Oukabir: forse doveva servire per la fuga. Le modalità dell'attacco riportano ad altri attentati avvenuti in Europa, il più sanguinoso quello sulla Promenade des Anglais a Nizza, ad opera dell'Isis. E il cosiddetto stato islamico si è fatto subito vivo attraverso i siti a lui riconducibili per inneggiare ai 'soldati' del Sultano autori dell'attentato. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




Due persone armate sono trincerate in un ristorante turco del mercato della Boqueria, sulla Rambla, riferisce la tv pubblica Rtve. Non è chiaro al momento secondo l'emittente se abbiano preso degli ostaggi.

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi