L'ultima minaccia di Kim, "Trump ci ha dichiarato guerra e noi abbatteremo i caccia Usa"

. Esteri

L'ultima minaccia di Kim. "Trump ci ha dichiarato guerra e noi abbatteremo gli aerei Usa anche fuori del nostro spazio aereo" ha detto il ministro degli Esteri nordcorano Ri Yon-ho a New York a margine dell'assemblea generale dell'Onu facendo ancora salire la tensione già altissima tra Washington e Pyongyang. Per la Corea del Nord e per il suo dittatore Kim Yon-un la "dichiarazione di guerra" di Trump sarebbe la frase pronuncia dal presidente americano proprio alle Nazioni unite ("Se Pyongyang ci costringerà a difendere noi e i nostri alleati, la Corea del Nord sarà distrutta") pronunciata al culmine di uno scambio di insulti a distanza. "I commenti di Trump fatti durante il fine settimana sono una chiara dichiarazione di guerra" ha spiegato il ministro nordcoreano aggiungendo che "La Corea del Nord si augura sinceramente che la guerra di parole non si trasformi in azioni reali ma la comunità internazionale deve tenere ben a mente che sono stati gli Usa a dichiarare guerra per primi alla Corea del Nord e noi abbiamo ogni diritto di prendere le dovute contromisure in base all’articolo 1 della Carta delle Nazioni Unite, secondo cui ogni Paese ha il diritto di difendersi da attacchi e minacce". Quindi "La Corea del Nord ha il diritto di abbattere i cacciabombardieri strategici americani anche se non sono ancora entrati nello spazio aereo nazionale". Finale: "Con la dichiarazione di guerra di Trump, ogni opzione è sul tavolo". Immediata la replica della Casa Bianca: "Non abbiamo dichiarato guerra alla Corea del Nord, affermarlo è assurdo".  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi