Terrorismo: in Usa scatta l'allarme-droni mentre l'Isis diffonde un nuovo audio del Califfo

. Esteri

Mentre l'Isis diffonde un nuovo discorso di Abu Bakr al-Baghdadi, il Califfo (più volte dato per morto ma evidentemente, se l'audio è vero, ancora in sella), negli Usa scatta l'allarme per l'uso che i terroristi islamici potrebbero fare dei droni, strumenti "facili da gestire ma abbastanza difficili da monitorare". L'allarme-droni è stato lanciato dal direttore del'FBI Christopher Wray. Il Federal Bureau sa che "le organizzazioni terroristiche sono interessate ad usare i droni. Abbiamo visto che all'estero questo accade già con frequenza crescente, e l'aspettativa è che arrivi anche qui a breve", ha aggiunto Wray. Anche Nicholas Rasmussen, direttore del National Counterterrorism Center, ha le stesse preoccupazioni: "Due anni fa questo non era un problema, un anno fa era un problema emergente, ora è un vero problema. Quindi stiamo cercando velocemente di adeguare le nostre strategie". La diffusione del nuovo discorso del Califfo è stata annunciata da Site, il sito americano che monitora le attività online delle organizzazioni jihadiste. Incerta la data di registrazione ma, sempre secondo Site, al-Baghdadi parlerebbe dello scontro in atto tra Usa e Corea del Nord quindi terrebbe conto di fatti abbastanza recenti e comunque posteriori al 16 giugno quando furono i russi ad annunciare - per l'ennesima volta - l'avvenuta morte del Califfo un mese prima in un bombardamento a Raqqa, la capitale del sedicente stato islamico, notizia poi smentita dall'Iraq. L'ultimo audio del Califfo risaliva al novembre scorso. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi