Trump assediato, la pornostar lo mette alla berlina per il "fungo"...

. Esteri

Arriva in libreria un nuovo titolo destinato a imbarazzare, non soltanto politicamente, Donald Trump. A spiattellare vicende scabrose è la pornostar Stormy Daniels, già pagata per il suo silenzio a suon di bigliettoni verdi dall'ex avvocato del presidente Usa, Michael Cohen. Con "Full Disclosure" - di cui alcuni stralci sono anticipati dal quotidiano britannico Guardian - viene messo in piazza un ritratto intensamente intimo del tycoon, presentato come personaggio clownesco e insicuro, nei rapporti con le donne, ma anche in politica: "Mi diceva che non avrebbe mai voluto fare il presidente", racconta la Daniels. Il volume appare dopo le difficilissime settimane di fine estate, in cui Trump ha dovuto menare fendenti a suon di tweet per cancellare l'impatto sull'opinione pubblica del negativo ritratto presidenziale offerto da "Fear", scritto dal giornalista del Washington Post ed eroe del caso Watergate, Bob Woodward. Seguito dal terribile colpo basso dell'editoriale sul New York Times di un anonimo funzionario della Casa Bianca, in cui sparge a piene mani veleno contro Trump e la sua squadra e rivela la presenza di una vera e propria fronda contro il presidente. Narrazioni respinte dalla Casa Bianca e bollate come come storie inventate per distrarre gli americani dai risultati della presidenza, ma i dati dei sondaggi continuano a scivolare verso il basso, con una percentuale vicina ai preoccupanti minimi storici di alcuni tra i suoi predecessori allo stesso punto del mandato. La scappatella di Trump con la Daniels è lontana nel tempo, risale al 2006, anche se i due si risentirono. Ma è tornata bollente mano a mano che 'the Donald' vinceva le primarie repubblicane. Stormy sostiene di essersi sentita in pericolo, anche perché ripetutamente minacciata per tenere la bocca chiusa. Alla vigilia del voto la firma dell'accordo di riservatezza per 130 mila dollari, ma dopo gli scoop dei media e le ammissioni di Cohen, la pornodiva di Baton Rouge ha deciso di vuotare il sacco. Nel libro è tutto nero su bianco, compresi i dettagli pruriginosi sui genitali del presidente: "E' più piccolo della media", ma "non mostruosamente piccolo. Un pene insolito", così lo descrive la Daniels: "Un'enorme testa di fungo. Un fungo velenoso...".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi