Quando l'autovelox impazzisce: multato perchè andava a 914 km l'ora

. Esteri

Guidare a quasi 914 km/h con un'auto, è possibile? Per la polizia belga sembra di sì e così è scattata la multa per un automobilista che avrebbe superato il limite di velocità - non si sa se al decollo o in fase di atterraggio... - al volante di una berlina. Il problema degli autovelox impazziti, così come quello degli strumenti di rilevazione elettronica non correttamente tarati e usati spesso dai comuni non tanto per aumentare la sicurezza stradale quanto per far cassa, si è arricchito di un nuovo episodio che è stato segnalato da Giovanni D'Agata, presidente dello 'Sportello dei diritti' e che sta spopolando sul web. Il fatto ancora una volta in Belgio: un'auto è stata beccata dalla polizia di Auderghem, nella regione di Bruxelles, alla velocità - udite udite! - di ben 914 km/h (ma di fatto ridotta a Km/h 859,16 considerando la decurtazione del 5% applicata). Incredibile finchè non è stato postato su Internet il verbale notificato al proprietario del mezzo che risulta chiaramente non essere un aeroplano ma una piccola berlina. Se l'autista di nazionalità lussemburghese ha ammesso di aver superato di un po' il limite dei 70 km/h previsti, non si aspettava certo di dover presentarsi davanti ai giudici per difendersi dall'accusa di un tale eccesso di velocità. L'uomo, di nome Luc, ovviamente presenzierà in giudizio anche se ha pagato la multa, intanto, ha avviato una procedura con il suo avvocato per contestare l'errore della polizia. La foto della sanzione è stata postata su Twitter sulla pagina " LaMeuse_be ", dove è stata condivisa migliaia di volte e ha ricevuto migliaia di commenti. Lo scorso maggio, un altro automobilista belga è stato vittima di un errore simile. Un autovelox pazzo aveva rilevato la velocità di una Opel Astra a 696 km/h. Mentre il 'vero' record di velocità per un'auto di serie, è stato registrato nel 2017. La supercar Koenigsegg Agera RS è stata beccata mentre 'volava' alla velocità di 447 km/h.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi