Trump e UE con Guaido', Putin e Cina con Maduro. L'Italia non si pronuncia

. Esteri

Venezuela nel caos dopo che Juan Guaido', capo dell'Assemblea Nazionale, si e' autoproclamato presidente. Migliaia sono scesi in piazza a favore di Guaido' e ci sono stati scontri con diversi morti, attualmente si parla di 16 persone, e numerosi feriti. Si sono subito formati due opposti schieramenti internazionali attorno ai due presidenti. Trump e la Ue si sono subito messi dalla parte Di Guaido', mentre Putin, la Cina, la Turchia e l'Iran parteggiano per Maduro. Nel tutto l'Italia, tanto attiva ad attaccare Macron non si e' ancora pronunciata, dimostrando una non ben definita linea in politica estera. Anche il presidente francese e' con il nuovo arrivato: "Sosteniamo la democrazia". Washington ha formalmente riconosciuto il ruolo di Guaido' come presidente pro tempore in attesa di nuove libere elezioni. "Non consideriamo nulla, ma tutte le pozioni sono sul tavolo", ha commentato Donald Trump, non escludendo neppure un intervento militare.  Da Bruxelles arriva un appello urgente a dare immediato inizio politico ad un processo che porti ad elezioni credibili in conformità con l'ordinamento costituzionale. "Il popolo venezuelano si e' pronunciato in massa per la democrazia e per la possibilità di determinare liberamente il proprio destino. La sua voce non può essere ignorata", la posizione dll'Europa. Da Mosca e Pechino viene invece una dura presa di posizione contro "l'ingerenza americana", che potrebbe portare ad una guerra civile. Sugli immediati sviluppi della grave crisi sarà determinate l'atteggiamento dell'esercito venezuelano, al momento anch'esso diviso.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna