Maroni: mi fido di Silvio, Casini "Sono disperati"

. Politica

Il fatto nuovo, l'accordo tra Berlusconi e la Lega, ovviamente infiamma la campagna elettorale. Senza questo accordo tutti i giochi sarebbero stati chiusi con la sicura vittoria di Bersani e Vendola e con il possibile accordo, dopo le elezioni, con i centristi di Casini e Fini, guidati da Monti. Casini ha commentato: "Sono disperati". Poi sulle liste: "Decidera' Monti". Ma la lotta e' in pieno corso, perche' al professore sono molte le cose non vanno giu'. Tanto che si sta quasi pentendo della salita in politica, vedendola molto piu' dal vicino. Maroni invece spende buone parole per Berlusconi: "Ha fatto un passo indietro, un atto di generosita'. E' scrito che non sara'' premier". Un messaggio anche per placare i malumori della base leghista. Ma quello che importa veramente a Maroni e' la corsa per la regione Lombardia. Se vincesse la Lega avrebbe, nonostante tutti gli scandali, il nord in mano. Per il nuovo leader del Carroccio sarebbe un capolavoro politico.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi