Pdl e Lega avanti in Lombardia, regione chiave, di 4 punti

. Politica

Il Corriere titola oggi su un sondaggio di Renato Mannheimer: "Pdl e Lega avanti in Lombardia". Al Senato quasi 4 punti di vantaggio sul centrosinistra, alla Regione 3. Nell'area chiave per il voto nazionale Monti sfiora il 15%, Grillo intorno all'11. Albertini drena piu' voti da Pd e Sel che da Pdl e Lega. Non solo anche in Veneto Pdl e Lega sarebbero in vantaggio, ed anche in Sicilia, dopo l'ennesima capovolta di Lombardo che si e' schierato con Berlusconi, il centrodestra sarebbe in vantaggio. "Siamo in rimonta", assicura il segretario del Pdl, Angelino Alfano. Alla Camera pero' Bersani e' ancora saldamente in testa di circa 10 punti. Dai dati disponibili le elezioni si svolgeranno come sempre sul filo di lana e tutto e' ancora aperto per quelli che potranno essere i nuovi scenari, anche se si inizia a delineare una situazione complicata per le alleanze e la governabilita'. Monti potrebbe essere ancora l'ago della bilancia e riproporre quindi in una forma riveduta ed aggiornata la strana maggioranza che lo ha sostenuto nell'ultimo anno. Il 20 ed il 21 gennaio saranno presentate le liste dei candidati nelle cancellerie delle Corti d'Appello, corredate dalle firme necessarie. Subito dopo la verifica di regolarita'. Dopo il 9 febbraio entrera' in viigore invece il divieto di pubblicazione dei sondaggi (ma gli spifferi continueranno) e il 23 si chiudera' la campagna elettorale. Il 24 e 25 febbraio si svolgeranno le elezioni. Sono 51 milioni gli italiani, compresi gli italiani all'estero, chiamati al voto. Solo in Lombrdia stato chiave come l'Ohio in America voteranno  in 7 milioni. . 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi