Casini candida cognata e genero, nel Pdl scoppia il caso degli inquisiti, Di Pietro con Ingroia

. Politica

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/Alfano_Bersani_e_Casini_02.jpg'
There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/Alfano_Bersani_e_Casini_02.jpg'

Piu' si avvicina la chiusura delle liste dei candidati, piu' si accendono le polemiche nei varii schieramenti. Entro il 20-21 gennaio dovranno essere presentate le liste nelle cancelliere delle Corti di Appello. Subito dopo la verifica della regolarita' . Il 25 gennaio comincera' ufficialmente la campagna elettorale. Dal 9 febbraio niente piu' sondaggi ufficiali, solo spifferi tra gli addetti ai lavori. Il 24 e 25 febbraio, finalmente il tanto atteso voto. Le polemiche ovviamente infuriano. Piu' al riparo Bersani e Monti, che a parte qualche dettaglio e qualche battibecco interno, soprattuttio tra il leader del Pd ed i renziani, hanno gia' definito tutto. Nei loghi compaiono quasi tutti i nomi dei leader, eccetto Bersani. In quello del Pdl c'e' scritto "Berlusconi presidente". La Lega: presidente? "Solo del suo partito". E Maroni ribatte: "Se vinciamo, io capo della coalizione del Nord". Ma le polemiche maggiori rigurdano il Pdl ed i centristi di Casini. Alfano dice chiaramente no a Cosentino e Verdini, che pero' ribattono: "Noi corriamo". Belusconi annuncia una commissione per valutare caso per caso, comunque sicuramente no a candidati condannati in via definitiva. I rifletori spettano a Di Pietro che si candida con Ingroia e Casini che candida la cognata ed il genero. Nepotismo? No assicura il leader centrista : Se c'e' qualcuno che abbia raccolto piu' preferenze di lei... " E quanto al genero dice che e' un giovane preparato, sara' si' messo in lista ma con poche probabilita' di essere eletto. Alla prossima volta...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti: