Il Cav: non e' Draghi il nostro candidato al Colle ed attacca Monti

. Politica

Silvio Berlusconi continua la sua campagfna mediatica in vista delle elezioni. Il Corriere lo ha paragonato a Toto' per i suoi gesti improvvisati da avanspettacolo, tipo il pulire la sedia dove si era seduto Travaglio o fingere di colpire con un giornale arrotalato un giornalista durante un dibattito sulla 7. Per fortuna non ha ancora sputato in un occhio al suo rivale, come fece il principe delloa risata italiana in "Un imperatore a Capri". Insomma un istrione della politica, che non fa annoiare i telespettatori ma li divide nettamente tra favorevoli e contrari. Ed e' quello che vuole. Oggi ha smentito di volere Draghi al Quirinale ed ha spiegato: "Come al solito i quotidiani stravolgono la situazione. Non ho portato avanti nessuna candidatura di Draghi. Ho solo risposto ad una domanda". Ed ancora. "Il presidente dell'Eurotower sta facendo bene alla Bce. Non vedo nessuna opportunita' ne' per lui, ne' per noi che lasci il mandato". Un nome sara' rivelato al momento opportuno. E questo nome potrebbe essere quello di Giuliano Amato. Naturalmente molto dipendera' dall'esito delle elezioni e dai numeri in Parlamento. Perche' se la sinistra dovesse avere la maggioranza sia alla Camera che al Senato il nome lo sceglierebbe da sola e probabilmente sarabbe Romano Prodi, che accontenterebbe anche buona parte dei centristi. Poi l'attacco a Monti: "Prima ha messo l'Imu e ora dice di volerla togliere, poi ha fatto il redditometro e ora dice di non volerlo. O pensa che gli italiani siano matti o c'e' in giro  un matto che pensa di essere Monti". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi