Scenario più' probabile: vittoria di Bersani alla Camera, ma solo 143 senatori, 33 a Monti, 109 al centrodestra

. Politica

La scenario piu' probabile stando agli attuali sondaggi e' che Bersani ottenga la maggioranza relativa insieme a Vendola per la Camera, che gli consentirebbe per il premio di maggioranza, di avere il 55% dei deputati. Quindi a Montecitorio, nessun problema. Discorso diverso invece al Senato, dove si vota su base regionale. Nelle regioni incerte (il Veneto in relta' non lo e' perche' jl margine per il centrodestra rimane molto ampio), se Il Cav dovesse vincere anche n Lombardia ed in Sicilia con Lombardo e Micciche', perdendo tutto il resto, avrebbe 109 senatori contro i 143 di Bersani, che per potere governare sarebbe pero' costretto ad allearsi. La maggioranza al Senato e' di 161 senatori. Sarebbero quindi determinanti i senatori centristi di Monti, che se le cose dovessero andare secondo le previoni ad oggi (ma in campagna elettorale cambia tutto molto rapidamente) sarebbero 33. Da qui anche l'incontro tra Bersani e Monti per gettare le basi per il futuro e per garantire comunque governabilita'. Certo al di la' dei buoni propositi non sara' certo facile una convivenza non tanto tra Monti e Bersani ma, ad esempio, tra Fini e lo stesso Casini, con Vendola. Su alcuni temi le scintille non mancheranno. Bisognera' vedere anche chi andra' al Quirinale al posto di Napolitano per cercare di regolare un po' il traffico. Al momento l'ipotesi che sta prendendo quota e' proprio quella di Monti (con buona pace per Prodi, che comunque continua a crederci e molto) con Bersani a palazzo Chigi e Casini, presidente del Senato. Per Fini sarebbe pronto un ministero.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi