Bersani: Monti guarda un pò troppo dall'alto...

. Politica

"Il presidente del Consiglio tende a guardare un po' le cose dall'alto, a me piace guardare di più all'altezza degli occhi della gente comune, quella che ha bisogno di un cambiamento e di una politica che conosca bene e da vicino le sue condizioni". Pierluigi Bersani ha commentato così con qualche ironia, da Bettola suo paese natale, le parole pronunciate oggi da Mario Monti che a Bergamo ha presentato la sua Agenda ed ha parlato degli ostacoli che destra e sinistra frappongono alle riforme necessarie al paese (conflitto di interessi, corruzione, lavoro...). E quanto all'intervista del premier al direttore del Corriere ("Voglio togliere l'Italia dalle mani degli incapaci"), il segretario del Pd ha evitato di affondare limitandosi ad affermare che si tratta di "un programma ambizioso: ci sono capaci ed incapaci, ma soprattutto c'é gente comune che ha bisogno di un cambiamento. Monti non è il solo che ha deciso di impegnarsi per senso di responsabilità, in un momento così chi decide di farlo non lo fa per sport". Bersani ha insistito sul tema del lavoro che è prioritario per il Partito Democratico, sul problema della copertura della cassa integrazione ("Ci dicano se ci sono i soldi"), sulle correzioni da apportare alla legge Fornero. "Abbiamo fatto in modo che il lavoro precario costasse di più, ma non che il lavoro stabile costasse di meno" ha detto tra l'altro Bersani.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi