Cosentino l'escluso: "Non sono scappato". Il Cav "Tutta colpa dei Pm"

. Politica

"Non sono scappato con le liste, non mi vendo per l'immunità". Animatissima conferenza stampa di Nicola Cosentino, ex-sottosegretario all'Economia, escluso al foto-finish dalle liste Pdl e ora a rischio arresto per i suoi presunti rapporti con il clan dei casalesi (salvato in due occasioni dal 'no' della Camera). Nick o' mericano, come è soprannominato Cosentino, ha smentito di essere scappato ieri con le liste dei candidati Pdl in Campania una volta saputo che Berlusconi aveva deciso di cancellare da quegli elenchi il suo nome: "Tutt una montatura dei giornali. Ma se la mia esclusione come 'impresentabile' può servire a far prendere qualche voto in più al centrodestra e battere queste sinistre va bene lo stesso" ha detto dichiarandosi comunque solidamente legato al Popolo della Libertà e ringraziando Berlusconi "persona straordinaria" cui è legato da una amicizia e stima. "Se devo andare in carcere, ci vado con dignità" ha poi aggiunto ironizzando sui suoi rapporti con il clan dei casalesi"davvero un clan di fessi se riescono a mandarmi in galera". Sempre sui casalesi una frecciata a Italo Bocchino: " E' lui il referente dei casalesi, ma quelli buoni, i cittadini per bene di Casal di Principe che lo hanno mandato in Parlamento". Infine una stoccata ad Alfano, il segretario che si è battuto per la sua esclusione dalle liste: "Non ho nulla contro la categoria dei perdenti di successo...". In mattinata Berlusconi aveva difeso Cosentino e gli altri esclusi dalle liste Pdl:  "Abbiamo dovuto chiedere ai nostri amici e colleghi di rinunciare ad essere presenti nelle liste elettorali perché dei Pm politicizzati li avevano attaccati: questo fatto è stato divulgato dai media ed era una cosa che poteva  dimunuire il consenso" ma - aveva aggiunto l'ex-premier "è stata una scelta molto dolorosa. A loro va il mio ringraziamento per aver rinunciato spontaneamente a non essere nelle liste del nostro partito". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi