Berlusconi: "Per Monti l'UE teme un mio ritorno? Dice cazzate..."

. Politica

Ad attacco segue contrattacco. E non poteva che essere così in questa campagna elettorale avvelenata. "Monti dice che l'Europa teme un mio ritorno a palazzo Chigi? Dice cazzate...". Berlusconi replica a stretto giro (e a brutto muso) al Professore - "Lui è peggio di Fini e Casini" ha commentato - che oggi lo ha attaccato nel corso della convention di Scelta Civica a Milano. E non boccia solo le considerazioni del premier sull'umore che circolerebbe nell'Unione sull'ipotetica rentree di Berlusconi ma anche sull'accusa di "voler comprare i voti degli italiani con i loro soldi" (leggi abolizione e restituzione dell'IMU). Risposta lapidaria: "Indecente" ha detto il Cav intervistato nel corso della trasmissione 'In onda' su La7. Incalzato da Telese e Porro Berlusconi ha poi promesso che in caso di vittoria alle elezioni "il Ponte sullo Stretto si farà", si è impegnato a modificare la legge che regola la concessione della cittadinanza agli extracomunitari in senso favorevole ai richiedenti e a intervenire per riconoscere i diritti delle coppie di fatto: niente matrimonio perchè quello deve restare tra uomo e donna - ha detto il Cavaliere - ma riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto, omosessuali e non, tramite una sorta di 'patto' riconosciuto dalla legge. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi