Monti contro Grillo, "Ci vuole come la Grecia". La replica "Si tolga dai piedi"

. Politica

Monti contro Grillo ed il suo "populismo devastante": "Ci vuole come la Grecia" ha detto stamane il premier a Uno mattina, anche un pò preoccupato dagli ultimi sondaggi che davano i grillini avanti, e di molto, rispetto alla sua Scelta Civica. La replica del leader del Movimento 5 Stelle non si è fatta attendere: "Si tolga dai piedi, porti il suo cagnolino al parco, ha già fatto abbastanza danni". Torna ad infiammarsi la campagna elettorale dopo la sordina impostale per 24 ore dall'annuncio di Papa Ratzinger.  "Caro Grillo - ha detto a muso duro il presidente del Consiglio rivolgendosi al comico genovese - non so se bisogna darti del tu o del Voi, non diciamo sciocchezze che portano le persone ad avere ancora più confusione nella testa. Non ho eseguito gli ordini dell'Europa. Grillo vada a fare i suoi comizi nelle piazze Greche, le troverà piene di neofascisti. Grillo è un simpatico comico, ma è devastante per la politica italiana. Io sto proponendo l'uscita dalla politica tradizionale non per seguire la strada di quel simpatico comico e se avessimo avuto più tempo credo che oltre il 50 per cento degli italiani avrebbero aderito alla nostra proposta  Se torna la politica tradizionale i giovani italiani avranno nella prospettiva di 5-10 anni l'alternativa dell'emigrazione o della disoccupazione. Qualcuno troverà certo lavoro ma un numero sempre crescente potrà finire nelle braccia della criminalità organizzata". Anche Berlusconi, sempre stamattina in un forum all'Ansa ha parlato di Grillo e del suo movimento, e non in termini diplomatici, ipotizzando che se proprio il centrosinistra avesse bisogno di un sostegno al Senato dove si profila un pareggio, potrebbe casomai trovarlo nei grillini "i cui candidati per l'80% sono di sinistra". "Non credo che al Senato abbiano bisogno di noi - ha detto l'ex premier sull'ipotesi di un governo di solidarietà nazionale - Abbiamo avuto la pessima sorpresa di vedere che più dell'80% delle persone candidate nelle sue liste provengono da ambienti dell'estrema sinistra, dei centri sociali e dei no tv. Tra questi a sinistra può trovare candidati di sostegno, magari con un cambio di casacca, anche perchè loro non li vedo tanto compatti...". La replica di Grillo a Monti prende spunto dall'arresto di Orsi (Finmeccanica): "Rigor Montis, come un pappagallo sul trespolo - scrive Grillo sul suo blog - ha detto questa mattina, dopo l'arresto di Orsi "C'è un problema relativo alla governance che affronteremo". In un anno e passa di governo con una maggioranza assoluta in Parlamento non ha evidentemente trovato il tempo per farlo. Si tolga dai piedi, porti il suo cagnolino al parco, ha già fatto abbastanza danni. Si. Certo. C'è un bel problema di governance, quindi di controllo, ma chi doveva vigilare se non il Tesoro e quindi il Governo? Qui più che un problema di governance, c'è un problema di onestà dei cosiddetti manager e di chi li ha messi al loro posto (in cambio di che?), c'è un problema enorme di mancanza di senso dello Stato. Il Paese sta franando. Il 24 e il 25 febbraio mandiamoli tutti a casa"....

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi