Affluenza in calo, il Cav contestato da femministe a seno nudo

. Politica

Si vota in tutta Italia sotto la pioggia e sotto la neve. Del resto poteva essere prevedibile. E' la prima volta nella storia repubblicana che si vota in pieno inverno. Fino ad ora il mese prescelto, quasi sempre aprile. L'affluenza e' in calo di un paio di punti. Ma in controtendenza crescono i votanti per le regionali, con un vero picco in Lombordia. Oltre sei punti rispetto alle precedenti elezioni. Potrebbe essere il traino del voto politico. Le somme si tireranno all'ultimo. Hanno votato tutti i big. Da napolitano anche un piccolo commento: "Non serve l'appello alvoto, basta la Costituzione". Ma al centro delle polemiche, e delle contestazioni e' sempre lui. Dopo avere rotto ieri il silenzio elettore dicendo che certi giudici sono peggio della mafia, oggi si e' trovato davanti al seggio tre attiviste femministe a seno nudo che hanno cercato di aggredirlo. Sono del gruppo Femen e tra di loro c'era Elvire Duvelle, che a gennaio <veva contestato il Papa durante l'Angelus. Piccolo incidende subito risolto dalle forze dell'ordine. A Berlusconi cosi' come a Bersani, Grillo, Monti e tutti gli altri ora interassano soli i risultati. Il generale inverno avra' influito? Saranno rispettati i pronostici, che anche in mattinata davano avanti Bersani? Poche ore e si sapra' tutto.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi