Napolitano riflette, si fanno anche i nomi di Amato, Passera e Letta

. Politica

Napolitano riflette. Si e' fatto sentire con Bersani, invitandolo alla calma. Non vuole lasciare il Quirinale (e la situazione potrebbe portare ad una sua riconferma), senza dare segnali forti nell'interesse del paese. Berlusconi ha fatto una mossa da politico consumato, aprendo subito ad un governo di larghe intese. In realta' non aspettava altro. Non governare, perche' sarebbe stato molto difficile, ma essere determinante nella nuova maggioranza. Napoitano sta valutando tutte le possibili soluzioni. E non escluso che venga scelto come possibile futuro presidente del Consiglio, qualcuno fuori dalla mischia. Il piu' accerditato, che starebbe non bene ma benissimo a Berlusconi, e' Giuliano Amato, il vice di Bettino Craxi per una vita. Nome che ovviamente non entusiasmo il centrosinistra. Altre possibili soluzioni, Corrado Passera (che aveva visto lungo, consigliano una lista unica di Monti anche alla Camera. Fini sarebbe entrato), e Gianni Letta, anche se su di lui pesa di essere stato sottosegretario alla Presideza del Consiglio.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi