La marcia dei parlamentari Pdl sul Tribunale di Milano

. Politica

Una marcia di parlamentari su un Tribunale della Repubblica non si era mai vista. Ma oggi a Milano il fatto senza precedenti è avvenuto quando un centinaio di deputati e senatori del Popolo della Libertà ha marciato sul Tribunale del capoluogo lombardo in difesa del loro leader, Silvio Berlusconi. I parlamentari Pdl, riuniti a Milano per un incontro politico, hanno deciso la 'marcia' nonostante l'invito del Cav a soprassedere: si sono prima fermati sulla scalinata che porta all'ingresso principale cantando l'Inno di Mameli e poi sono entrati arrivando fino al primo piano fermandosi simbolicamente davanti all'aula dove è in corso il processo Ruby. Li guidava il segretario Angelino Alfano che in un'improvvisata conferenza stampa ha parlato della "persecuzione giudiziaria" in atto nei confronti di Berlusconi "per sovvertire l'esito del voto" e quindi di una "emergenza democratica", problema grave sul quale - ha detto - deve intervenire il Presidente della Repubblica. E domani Alfano insieme a Cicchitto e Gasparri saranno ricevuti al Quirinale da Napolitano al quale riproporranno le loro valutazioni sull'operato nei confronti del Cav non solo dei Pm milanesi ma anche di quelli napoletani che oggi hanno chiesto il giudizio immediato per corruzione nei confronti dell'ex-premier in merito ad un presunto "acquisto" di parlamentari (il caso De Gregorio) nel 2008 per far cadere il governo Prodi. Ma mentre Napoli lanciava il suo affondo, oggi il Cavaliere otteneva un parziale successo proprio a Milano dove la visita fiscale ordinata da Ilda Boccassini ha dato ragione a Berlusconi e ai suoi legali: i medici inviati al San Raffaele hanno convenuto sulla serietà dell'impedimento accusato dall'ex-premier non solo per la congiuntivite ma anche per uno scompenso pressorio sopravvenuto tanto che domani Berlusconi sarà sottoposto ad una visita coronarica. Rinviata dunque dal Tribunale, che ha riconosciuto l'impedimento assoluto, l'udienza del processo Ruby. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi