Napolitano: sulla giustizia evitare tensioni destabilizzanti

. Politica

Napolitano dopo avere ricevuto Alfano e successivamante l'ufficio di presidenza del Csm ha rivolto un invito a tutti: "Evitare tensioni destabilzzanti". Per Napolitano pero' e' aberrante "il sospetto che il leader del Pdl possa essere messo fuori gioco per via giudiziaria". E aggiunge: "E' comprensibile la preoccupazione della sua parte politica, la seconda alle ultime elezioni, a breve distanza dalla prima, di vedere garantito che il suo leader possa partecipare adeguatamente alla complessa fase politico-istituzionale, gia' in pieno svolgimento, che si proiettera' fino alla seconda meta' del mese di aprile". In pratica Napolitano ha detto che a Berlusconi deve essere garantita la partecipazione politica. Per il Capo dello Stato: "Chi giudica deve osservare scrupolosamente il giusto processo". Ed ancora: "Con fermezza ho sollecitato il rispetto di rigorose norme di comportamemnto da parte di quanti sono chiamati a indagare e giudicare, guardandosi dall'attribuirsi missioni improprie". Parole forti quelle di Napolitano, sia veso il Pdl al quale gia' in mattinata aveva espresso il suo rammarico per la manifestazione al Tribunale di Milano sia nei confronti della magistratura richiamata a non "assumersi missione improprie". E l'annientamento di Berlusconi potrebbe essere tra queste. Ora il Pdl sta riflettendo prima di decidere le prossime mosse. Una frenata sulla minaccia di Aventino, lanciata da Alfano, in vista della prima riunione delle Camere, prevista per giovedi'.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi