Se anche gli USA appoggiano Grillo...

. Politica

Anche l'amministrazione Obama guarda con simpatia al Movimento 5 Stelle e la cosa non piace per niente nè al Pd nè al Pdl. Una conferma dell'atteggiamento aperto e senza pregiudizi degli americani nei confronti del fenomeno politico delle ultime elezioni italiane si è avuta plasticamente oggi quando l'ambasciaore Usa in Italia, David Thorne, parlando con gli studenti del liceo romano 'Visconti' ha invitato i suoi giovani interlocutori ad agire per il cambiamento come il Movimento di Beppe Grillo. "Voi siete il futuro dell'Italia, voi potete prendere in mano il vostro paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento" ha detto il diplomatico. Apriti cielo! Pd e Pdl ( con i parlamentari Anzaldi e Giovanardi) hanno immediatamente commentato negativamente l'uscita del rappresentante di Obama in Italia parlando perfino di "gravissima ingerenza" nelle vicende poltiche italiane e invitando il governo a chiedere "spiegazioni" a Washington. I due esponenti di Pd e Pdl hanno anche provato a chedere a Thorne di rettificare ma l'ambasciatore non se è dato per inteso. Ovviamente il blog di Beppe Grillo ha messo subito in testa l'endorsement chiaro ed esplicito dell'ambasciatoe americano ricordando tra l'altro che anche il neo-segretario di Stato John Kerry, a febbraio in visita in Italia, parlò del movimento dei grillini invitando tutti a valutarlo "senza demonizzazioni".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi