L'ira di Grillo per "i traditori', bastera' il 'tesoretto' a Bersani?

. Politica

L'ira di Grillo nei confronti dei "traditori", quei dodici che al Senato hanno votato per Grasso non si e' fatta attendere, con tanto di invto a dichiare il proprio voto ed andarsene a casa. Non e' un mistero che la norma istituzionale che non c'e' vincolo di mandato non piaccia a Grillo. Naturalmente la sua invettiva servira' come  deterrente per quanti volessero ancora non seguire la linea dei 5 stelle. Il popolo dei 5 stelle non sembra avere apprezzato la scelta dei montagnards del Senato, toni sprezzanti via Twitter: "Venduti alla prima occasione. Vergogna". Grillo alle 23,03, risponde con un messaggio: "Nelle votazioni di oggi e' mancata la trasparenza, il voto segreto non ha senso, l'eletto deve rispondere delle sue aziobni con un voto paòese. Per questo vorrei che ogni senatore del M5S dichiarasse come ha votato". Poi un ultimatum: "Nel codice di comportamentp del M5S al punto trasparenza e' scritto: votazioni in aula decise a maggioranza. Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo, spero ne tragga le dovute conseguenze". Rimane un problema di fondo, che poi e'un po' la speranza di Bersani di dare vita ad un governo sfruttanto il suo tesoretto, quella manciata di voti strappata ai grillini (per ora non sufficiente per arrivare alla maggioranza in Senato), il fatto che per quanto Grillo voglia sottrarre i suoi alla logica destra-sinistra, la sua pattuglia parlamentare, come segnalato anche da Michele Salvati sul Corriere, pende notevolmente a sinistra e al momenti decisivo potrebbe dimostrarlo, come e' sucesso con i franchi tiratori che hanno votato Grasso. Certo il traguardo per Bersani e' ancora lontano, perche' per fiducia gli mancano oltre venti senatori. E poi c'e' il fatto che il voto e' palese. E questo esporebbe ancora di piu' gli eventuali dissidenti. A quel punto sarebbe una scelta definitiva di campo, in quanto la cacciata dai 5 stelle sarebbe sicura. Bersani cerca di logorare la presa di Grillo su una parte dei suoi. Forse alcuni sono meno malleabili di come lo stesso Grillo si aspettava.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Commenti

+1 # vincenzo 2013-03-17 16:35
traditori !!!!!

I commenti sono chiusi