Roma: Marino vince le primarie PD a sindaco. Polemica sui voti Rom

. Politica

Il medico-senatore Ignazio Marino ha vinto le primarie PD a sindaco di Roma 'doppiando' il secondo, il giornalista David Sassoli. Terzo il renziano Paolo Gentiloni. I risultati non sono ancora ufficiali ma Marino ha raggiunto e superato il 50% delle preferenze e con lui si sono già congratulati sia Sassoli sia Gentiloni assicurandogli che tutto il partito sarà unito per vincere la battaglia per la carica di sindaco della capitale. Staccati Gemma Azuni, Mattia Di Tommaso e Patrizia Prestipino. Alle primarie Pd hanno partecipato 100.000 romani e il segretario Bersani (che sosteneva però Sassoli) si è compiaciuto in un tweet dell'alta partecipazione da parte dei cittadini della capitale facendo allo stesso tempo gli auguri al vincitore. Anche il presidente della Regione Zingaretti si è congratulato con Marino (che era appoggiato in particolare da Rodotà e da Ingroia) indicando nella conquista del Campidoglio "tutti uniti" il prossimo obiettivo del Partito Democratico. Ma la vittoria di Marino è stata accompagnata anche da polemiche sul voto degli extra-comunitari ed in particolare dei Rom. Irregolarità sono state denunciate nel gazebo di Tor Bella Monaca ma gli organizzatori non hanno ricevuto nessuna denuncia circostanziata. A scatenare la bagarre un post della renziana Cristiana Alicata: "Le solite incredibili file di Rom che quando ci sono le primarie si scoprono appassionatissimi di politica" scrive su Facebook la blogger che è membro della direzione regionale del Pd Lazio. Poi la Alicata sempre via Internet in risposta a chi la tacciava di razzismo ha rincarato: "Il razzismo non c'entra nulla. Sono voti comprati. Punto. Chi lo nega è complice dello sfruttamento della povertà che fa il clientelismo in politica". Il centrodestra non ha mancato di cogliere l'occasione per lanciare sospetti sulla regolarità della consultazione e a ironizzare. E sui social network per tutta la sera è stato un fiorire di botta e risposta tra i due schieramenti.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi