Ultimo appello di Napolitano: "Prevalga collaborazione", palla al successore

. Politica

"Solo da scelte di collaborazione che spetta alle forze politiche compiere, puo' scaturire la formazione del nuovo governo di cui il paese ha urgente bisogno". Lo ha detto Giorgio Napolitano, ricevendo il documento finale dei saggi. Potrebbe essere questo l'ultimo appello del Presidente, rivolto a tutti, ma in particolare a Pd e Pdl, perche' raggiungano un'intesa. Pochi giorni fa, come esempio, Napolitano ricordo' il "compromesso storico" del 76, siglato tra Moro e Berlinguer, che porto' ad una nuova stagione politica in un momento di grave emergenza. Il lavoro dei saggi sara' in questi giorni valutato ed esaminato dal capo dello Stato, che poi lo raccogliera' in una cartellina blu, che consegnera' al suo successore, nel momento del passaggio delle consegne. Napolitano non ha dato retta a Bersani e non ha voltuto forzare la mano agli altri partiti con una fiducia al buio su un governo di minoranza, ma non ha voluto nemmeno dare a vita ad un governo del presidente (in quanto non potva essere garante di un'operazione mentre stava per lasciare il Quirinale), ne' affidarsi ad un governo di scopo, che avrebbe finito per spaccare il Pd, gia' alle prese con molte tensioni interne. E lui che viene "dal vecchio e glorioso Pci" non voleva  dare un colpo di grazia a quello che rimane della storia di Botteghe Oscure. Napolitano ha sottolineato che va ricosciuto l'ottimo lavoro compiuto dai saggi. "Analoghi sforzi di buona volonta' e intesa - ha raccomandato il Presidente - siano compiuti anche nei luoghi della politica e delle assembleee parlamentari". Cosi' lascia in mano al suo successore la "cartellina blu" con le proposte dei saggi ed un Bersani "congelato". Ogni decisione sull'incarico spettera' quindi al nuovo inquilino del Colle.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi