Casaleggio si corregge: "Se il M5S sceglie Prodi, lo voteremo"

. Politica

La dichiarazione con la quale il "guru" del M5S chiudeva a Prodi e di fatto anche ai suoi sostenendo che per il Quirinale serve un non politico super partes, devono avere scatenato un vero e proprio putiferio sia tra i grillini che in altri posti della politica, forse addiriturra in Africa, dove sembra si trovi in attesa il professore bolognese. Che sia stata una considerazione voluta, e magari voltuta anche nei due tempi, oppure uno scivolone oppure che sia stata richiesta magari dallo stesso Grillo una correzione, e' difficile valutarlo. Sta di fatto che al termine della riunione con gli imprenditori torinesi Casaleggio, assediato dai giornalisti, ha corretto, e di molto il tiro: "Prodi? Noi ci rimettiamo sempre alle decisioni del movimento per cui se il movimento dovesse scegliere Prodi, voteremmo lui". Cosi' le Quirinarie possono continuare tranquillamente, anche con tutti gli altri candidati in corsa. Dalla prima dichiarazione di Casaleggio sembravano tutti fuori dalla partita, perche' aveva parlato di super partes. Forse il suo era solo un auspicio. Ma sara' il movimento a decidere via Web. E cosi' sia. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi