Grillo "canta" Guccini "Il 25 aprile e' morto", i partigiani piangerebbero

. Politica

Beppe Grillo ne ha pensato un'altra, ha parafrasato la canzone di Guccini "Dio e' morto". e l'ha riadattata al 25 aprile per sparare sull'inciucio tra Pd e Pdl. La sua "canzone" si conclude con una rflessione, tutt'altro che ironica: "Se i partigiani tornassero oggi, si metterebbero a piangere". Appunto: "Il 25 aprile e' morto nella nomina a presidente del Consiglio di un membro del Bildeberg (e' la localita' nella quale annualmente si riuniscono i 130 uomini piu' potenti economicamente del mondo). Ed ancora: "Nella grassa risata  del piduista Berlusconi in Parlamento il 25 aprile e' morto, nella distruzione dei nastri delle conversazioni tra Mancino e Napolitano il 25 aprile e' morto, nell'informazione corrotta, nel tradimento della Costituzione, nella dittatura deipartiti, il 25 aprile e' morto". E l'elenco e' ancora lungo, riempe tutta la pagina del suo blog, e naturalmente non manca il "saccheggio" del Monte dei Paschi di Siena. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi