Letta: Si' anche dal Senato, "Stare uniti, non c'e' alternativa"

. Politica

Anche il Senato, dopo la Camera, ha dato la fiducia a quel "governo dell'ultima possibilita'", come definito dallo stesso Letta, con 233 si', 59 no e 18 atstensioni. La vecchie "strana maggioranza" del governo Monti si e' cosi' ritrovata per un "governo" politco con la responsabilita' diretta dei partit che l'appoggiano Pd-Pdl-Sc. Contrari M5s e Sel, mentre la Lega si e' stenuta. Il nuovo presidnte del Consiglio ha sottolineato: "Occorre stare uniti, non c'e' alternativa". Letta ha confessato: "Anch'io avrei voltuto un risultato elettorale diverso, magari non essere seduto qua, ma a lato di questo tavolo in un governo politico diverso, ma la realta' e' che abbiamo di fronte e' il tema principale che un politico deve mettere al centro della sua azione". Cioe' ha detto che avrebbe preferito fare il ministro in un governo organico di centrosinistra, che il premier di un governo di larghe intese. Forse la stessa cosa la avrebbe preferita anche il centrodestra. Ma tant'e'... Letta ha anche dovuto calmare le acque, dopo la prima polemica, quella sull'Imu, nata per le parole di Franceschini che aveva detto che l'imposta e' solo rimandata, scatenando l'ira di Berlusconi, che ha subito minacciato di non votare la fiducia. Insomma per ora l'Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati agricoli non si paghera', almeno a giugno. Poi si vedra', ma il Pdl ne fa un punto qualificante per la sua permanenza al governo. Quello che preoccupa Letta e' che il suo programma possa passare per "il libro dei sogni", e per questo si affretta a smorzare "ilm carico di aspettative assolutamente eccessive nei confronti di questi governo". Ma in politica l'ambizione di traguardi da raggiungere ed un po' di ottimimismo non sono certo dei difetti. Ora Letta e la sua "maggioranza di diversi", dovra' mettersi al lavoro senza litigare piu' di tanto per cercare di avviare la ripresa. La luna di miele e' iniziata, a Letta ed ai suoi ministri la missione, non impossibile, di non deludere gli italiani.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi